Natura, arte rupestre, archeologia, turismo culturale

Benvenuti sul nostro sito

La Valcamonica è conosciuta in tutto il mondo per le sue incisioni rupestre, riconosciute dall’UNESCO patrimonio dell’Umanità nel 1979. La Riserva naturale Incisioni rupestri di Ceto, Cimbergo e Paspardo con i sui 290 mq è l’area archeologica protetta più grande della Valcamonica: boschi, pianori e antichi terrazzamenti agricoli celano 555 rocce istoriate in epoca preistorica e medievale distribuite in 25 aree archeologiche che, per ragioni di conservazione e tutela, sono solo in parte aperte alla visita turistica, ben visibili e raggiungibili comodamente. Ogni percorso è in grado di offrire suggestioni e scenari unici per chi voglia addentrarsi nella magia dell’arte rupestre. Tutti i sentieri sono ben manutenuti e segnalati, le rocce istoriate sono affiancate da pannelli descrittivi in italiano e inglese.

L’accesso privilegiato è presso il Museo di Nadro (che offre i servizi di biglietteria, informazioni e accoglienza) e prosegue in uno dei tre percorsi di visita da Nadro di Ceto (per Foppe), da Cimbergo (per Campanine) e da Paspardo (per Plas – Capitello, In Vall e Sottolajolo).

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30  
Novembre  2017