Natura, arte rupestre, archeologia, turismo culturale

La riserva propone

L’arte rupestre della Valcamonica è stata riconosciute Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1979, primo titolo italiano!
La Riserva naturale delle incisioni di Ceto, Cimbergo e Paspardo con i suoi 300 ettari di territorio è l’area archeologica protetta più grande della Valle. Le rocce incise sono calate in un suggestivo ambiente naturale di mezza montagna che conserva le tracce dell’intervento dell’uomo nel tempo. Anche una semplice passeggiata ascoltando il vento che smuove le fronde degli alberi e il canto degli uccelli è un ottimo rimedio contro lo stress della quotidianità.

Venite a trovarci! Insieme conosceremo il popolo degli antichi Camuni, depositario di una cultura millenaria e autore di un incredibile ciclo di arte rupestre. Percorrendo antichi sentieri scopriremo che le incisioni sono un meraviglioso racconto fatto di simboli, mentre le ricostruzioni didattiche vi permetteranno di comprendere alcuni aspetti della vita quotidiana nella Preistoria

Con riferimento alla dgr 20 dicembre 2002 n. 7/11643 e successive e al DL 29 ottobre 1999 n. 490, la riserva ha individuato gli operatori abilitati a operare all’interno delle sue strutture museali e sui percorsi di visita.

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31  
Luglio  2017